Achille Castiglioni

Achille Castiglioni è senza dubbio una delle massime espressioni di come creatività e intuizione hanno fatto grande il nome del Design Italiano.

Lo studio Castiglioni nasce nel lontano 1938 dalla collaborazione di due fratelli Livio e Pier Giacomo. In occasione di qualche lavoro, si aggiunge al team progettuale anche Luigi caccia Dominioni.
Nel 1944 anche Achille da poco neolaureato in architettura, entra a far parte dello studio.
Da questo momento la collaborazione tra i tre fratelli continuerà attivamente fino al 1952, quando Livio inizia un’attività parallela, lavorando con Achille e Pier Giacomo solo in occasione di grandi allestimenti dove sia necessaria una particolare realizzazione di luci e di suoni.
Il lavoro di progettazione condotto da Achille e Pier Giacomo si è sempre svolto senza una reale divisione dei compiti, ma con una comune partecipazione, in cui per ognuno era utile il confronto con l’altro.

Entrambi affrontavamo insieme lo stesso problema, insieme escogitavamo l’idea buona, insieme costruivamo il modellino.

Due corpi, una testa sola.
Questa collaborazione si protrae fino al 1968, anno della morte di Pier Giacomo.
Questa comune partecipazione alla progettazione ha fatto si che Achille abbia potuto continuare il suo lavoro nello stesso modo in cui l’aveva sempre condotto con il fratello, al punto tale che è difficile trovare una linea di demarcazione netta di progettazione prima e dopo la scomparsa di Pier Giacomo.
La volontà di approfondire la progettazione, nella sicurezza di trovare un modo “felice” di risolvere i problemi, è stato il leitmotiv di tutta la progettazione dei Castiglioni, con una capacità di porsi sempre “nuovi" di fronte alle cose e ai problemi da risolvere.
Achille Castiglioni dichiarava del suo lavoro:

Obiettivo del designer non è ideologizzare false memorie ma comunicare agli altri messaggi di curiosità, divertimento, affetto.

Una descrizione perfetta del suo modo di lavorare e una grande lezione di umiltà.

Achille Castiglioni nel suo Studio a Milano

Achille Castiglioni nel suo Studio a Milano.

Vastissimo il lavoro di Castiglioni: si va dalla progettazione di oggetti, agli allestimenti, fino alla docenza universitaria.

La luce artificiale nei suoi allestimenti è considerata come un elemento cardine del progetto, con una ricerca costante di apparecchi illuminanti particolari, sia per la forma sia per l’uso della luce stessa.
Una ricerca nel campo illuminotecnico spinta a integrare la luce artificiale con lo spazio architettonico.
Celebri i suoi allestimenti per la Triennale (X Triennale, sezione Industrial Design), per Ideal Standard a Milano (Sala Espressioni in Via Hoepli), per Palazzo Reale di Milano (un esempio molto interessante, L’altra metà dell’avanguardia) o il primo negozio Flos a Milano.
Solo per citarne alcuni.

STILLUCE STORE BLOG ACHILLE CASTIGLIONI

Achille Castiglioni con la sua Arco.

Nella progettazione di apparecchi illuminanti Castiglioni utilizza tutta l’esperienza acquisita nel progettare i suoi numerosi allestimenti, ideando apparecchi che possano interpretare la luce a secondo dell’uso che si vuole avere.
In numerosi suoi progetti si può notare , prima ancora della forma dell’oggetto, sia innovativo l'uso della luce.
Tantissime lampade che sono diventate vere e proprie Icone del Design Italiano, dei “Must Have” per tutti gli appassionati:
numerosa la produzione per Flos, Arco, Taccia, Parentesi, Frisbi, Noce, Splügen Bräu e molte altre.

Un gigante del Design Italiano senza ombra di dubbio, cosa ne pensi?

A Milano si trova la Fondazione Achille Castiglioni, proprio dove si trovava il suo Studio (potete vedere uno scorcio nell'immagine sopra). Un luogo magico che merita sicuramente una visita.

Se questo articolo ti è piaciuto mi raccomando condividilo ; )

Per me è molto importante.

Grazie!

A presto
Elisa

 

PS: AVVISO IMPORTANTE! Da oggi parte una nuova promozione SOLO per gli UTENTI REGISTRATI.

Scopri tutta la Collezione Flos a prezzi scontatissimi!

Clicca qui per registrarti, SUBITO per te un codice sconto del valore di 10 euro!

 

Leave a reply

Potrebbero Interessarti